Stacks Image 1113

SUPERPOCKET GOLD EDITION

Quando il silenzio si trasforma in un incubo

Non importa quanto tempo è passato.

Non importa quanto tu sei cambiato.

Il silenzio continuerà ad assordarti.


Prima del silenzio. Inverno, la strada ghiacciata, neve tutt'intorno, un'auto sbanda, si schianta contro un albero, il guidatore è ferito: non riuscirà a salvare suo figlio. Aveva appuntamento con l'uomo che ha rapito il suo bambino quella sera, mentre era fuori casa con il fratello maggiore. Poi la telefonata, la corsa in auto col cuore in gola senza dire nulla a nessuno. E adesso tutto è inutile: sa che sta per morire. Capisce che anche suo figlio morirà. Dopo il silenzio.


Da ventitré anni lo psichiatra Jan Forstner vive con l'angoscia della scomparsa del fratello. Tutto ciò che gli resta è un piccolo registratore che aveva portato con sé la notte in cui erano usciti insieme e dove sono incise le ultime parole di Sven: Quando torniamo a casa? E poi il silenzio. E gli incubi che da quella notte non hanno smesso di tormentarlo. La notte in cui il padre è morto in un incidente d'auto. La vita di Jan si riassume tutta in quella notte: ha studiato psichiatria come suo padre, si è specializzato in criminologia e ora è tornato al punto di partenza: alla Waldklinik, dove lavorava il padre e dove adesso lavorerà anche lui. Vorrebbe dare una svolta alla sua esistenza, ma quando una paziente della clinica si suicida, Jan si trova coinvolto in un'indagine che svelerà un segreto atroce conservato per ventitré anni.
Casa Editrice Corbaccio | OT: KALTE STILLE | Novembre 2014 | ISBN 978-8869800238 | 450 pagine | Hardcover, Paperback, eBook